Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti

 

Il Responsabile Tecnico nella gestione rifiuti - Ruolo

Con il Decreto del Ministero dell’Ambiente 3 giugno 2014, n. 120, sono stati definiti in modo chiaro i compiti, le responsabilità e i requisiti del Responsabile Tecnico (denominato in seguito RTGR), figura divenuta cardine all’interno di tutte le Imprese che operano a livello professionale nel settore dei rifiuti al fine di assicurare la corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti da parte dell'impresa nel rispetto della normativa vigente e di vigilare sulla corretta applicazione della stessa.

Tali imprese operano in un settore altamente specializzato e oggetto a continui interventi da parte del legislatore. Questo comporta la necessità di disporre di conoscenze tecniche e normative approfondite, nonché di un continuo aggiornamento.

La nomina di almeno un Responsabile Tecnico è condizione imprescindibile affinché un’impresa possa essere iscritta all’Albo e, quindi, operare nello specifico settore, ma allo stesso tempo è una figura chiave all’interno delle aziende stesse per garantire un elevato standard organizzativo e conoscitivo, ma soprattutto per garantire quella capacità aziendale di operare correttamente all’interno di un quadro normativo a dir poco difficile e complesso.

 

Chi può svolgere l’incarico di Responsabile Tecnico

L’incarico di Responsabile Tecnico può essere ricoperto dal legale rappresentante/titolare dell’azienda, da un dipendente o da un soggetto esterno all’organizzazione.

Per ricoprire l’incarico la persona deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. requisito di “idoneità”, attestato da un esame iniziale e successive verifiche di aggiornamento quinquennali, al fine di dimostrare di disporre delle conoscenze tecniche e normative necessarie per lo svolgimento del ruolo;

2. requisito di qualificazione professionale, ossia il titolo di studio, corrispondente almeno al diploma di scuola secondaria superiore, necessario per partecipare alle verifiche di idoneità. Per alcune categorie particolari è richiesto anche il diploma di laurea. Il possesso di determinati titoli universitari comporta, inoltre, una riduzione degli anni di esperienza previsti.

3. esperienza pregressa in qualità di:

Il requisito relativo all’esperienza pregressa non è richiesto per le classi più basse delle varie categorie ed è variabile in funzione della classe per la quale si richiede l’iscrizione (classi più alte prevedono maggiori anni di esperienza).

Attenzione: il 16 ottobre 2023 scade il periodo transitorio in cui è possibile mantenere il ruolo di Responsabile Tecnico - solo se nominato al 16 ottobre 2017- senza la verifica d’idoneità. Nel caso di mancato superamento dell’esame, si perde il requisito d’idoneità e non è più possibile ricoprire il ruolo di Responsabile Tecnico.

 

Dispensa dall’esame di RTGR

Ai sensi della Delibera n. 7/2022 Art.1 c. a, è dispensato dalla verifica d’idoneità il legale rappresentante dell’impresa che (entrambe le condizioni devono essere soddisfatte):

Nel caso vi siano entrambe le condizioni bisogna effettuare al più presto la richiesta di dispensa tramite un’istanza nell’area riservata del sito dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali – Pratiche AGEST e compilando l’apposito modulo scaricabile dallo stesso sito.

 

Come funziona la verifica iniziale

Occorre superare nella stessa sessione d'esame la verifica su un modulo obbligatorio per tutte le categorie e da almeno un modulo specialistico.

Ogni modulo è composto da 40 domande e il tempo a disposizione per rispondere è di 60 minuti.

I candidati ottengono l'idoneità se conseguono almeno 32 punti nel modulo obbligatorio per tutte le categorie e 34 punti in quello specialistico. Preme segnalare come vengono attribuiti i punteggi per far capire l’ottenimento dei 32/34 punti non è cosa immediata, infatti è previsto:

In caso di superamento l'idoneità conseguita ha validità 5 anni a decorrere dalla data della verifica.

Gli argomenti delle prove sono quelli previsti dall’ Allegato C della Delibera n. 6/2017.

 

Come funziona la verifica di aggiornamento

La verifica di aggiornamento dell’idoneità può essere sostenuta già da un anno prima della scadenza del quinquennio di validità e il modulo obbligatorio per tutte le categorie e i moduli specialistici possono essere superati anche separatamente, purché entro la data di scadenza della rispettiva validità.

Per il superamento della prova sono richiesti almeno 28 punti nel modulo obbligatorio e 30 punti in quello specialistico. L’attribuzione dei punteggi avviene con la medesima modalità della prova iniziale.

 

Requisito relativo all’esperienza pregressa e affiancamento al Responsabile Tecnico

La figura del Responsabile Tecnico deve dimostrare un minimo di esperienza pregressa in base alla categoria e classe di iscrizione definita in anni secondo le seguenti:

 

Nel caso il ruolo di RT venga ricoperto dal legale rappresentante o di Responsabile Tecnico o direttore tecnico, dirigente o funzionario direttivo tecnico operanti nel settore di attività per la quale si richiede l’iscrizione, gli anni di esperienza vengono maturati direttamente con gli anni di ruolo apicale.

Nel caso di personale dipendente invece vengono maturati in affiancamento al Responsabile Tecnico.

Per poter far decorrere il periodo di affiancamento è necessario procedere con un’istanza di nomina di affiancatore del RT all’interno dell’area riservata dell’azienda andando nella sezione pratiche AGEST, creando una nuova istanza aggiungendo l’affiancatore al/ai RT attivo/i:

 

 

I nostri servizi

Offriamo un'assistenza completa alle imprese che operano nel settore rifiuti e che hanno la necessità di nominare un Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti tramite i nostri servizi basati su profonda esperienza e alta professionalità:

 

Il nostro team possiede l’abilitazione per tutte le categorie dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali:

CATEGORIA SPECIALIZZAZIONE CLASSE*
Categorie: 1, 4, 5 Attività di raccolta e trasporto rifiuti urbani e speciali A
Caegoria: 8 Attività di intermediazione A
Categoria: 9 Attività di bonifica siti contaminati E
Categoria: 10 Attività di bonifica amianto E

* classe massima di iscrizione che possiamo garantire in base all'esperienza o all'importo lavori

 


Ing. Diego FEDEL e Ing. Matteo BORTOLOTTI

entrambi abilitati a ricoprire il ruolo Responsabile Tecnico esterno secondo nuovi requisiti

definiti dal Comitato Nazionale Albo Gestori Ambientali 

RICHIESTA INFORMAZIONI