13 giugno 2019

STRESS DA LAVORO: ufficialmente riconosciuto come sindrome

L'OMS riconosce l'esaurimento da lavoro e lo inserisce nella classificazione ICD

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riconosciuto ufficialmente come sindrome lo stress da lavoro, anche detto esaurimento da lavoro o burnout, dopo decenni di studi.

L’OMS ha quindi fornito direttive ai medici per diagnosticare la sindrome e l’ha inserita nella sua classificazione internazionale "International Classification of Diseases (ICD)", utilizzata come punto di riferimento mondiale dai medici per riconoscere e diagnosticare le malattie.

La nuova classificazione delle malattie, denominata CIP-11 e già pubblicata lo scorso anno, è stata ufficialmente adottata dagli stati membri durante l'Assemblea mondiale dell'Oms, tenutasi a Ginevra a maggio 2019 ed entrerà in vigore il 1° gennaio 2022.

 

L'esaurimento da lavoro viene definito dall’OMS come uno dei fattori che "influenzano lo stato di salute o che portano al contatto con i servizi sanitari". Non si tratta quindi di una vera e propria malattia, ma di un "problema associato alla professione" i cui sintomi sono "spossatezza sul luogo di lavoro", "cinismo, isolamento o in generale sentimenti negativi" ed "efficacia professionale ridotta". Il risultato è una "sindrome che porta a stress cronico impossibile da curare con successo".

Lo stress da lavoro si riferisce specificamente ai fenomeni nel contesto occupazionale e non dovrebbe essere applicato per descrivere esperienze in altri ambiti della vita.

 

 

 

Per assistenza o maggiori informazioni: 0461 554165    |    info@consul-tec.it

 

stress stress da lavoro OMS ICD sanità valutazioni specifiche sicurezza

ARGOMENTI CORRELATI

TRASPORTO MERCI PERICOLOSE: novità ADR 2019 per il trasporto nazionale
Al via le novità introdotte dal nuovo ADR 2019 anche per il trasporto nazionale
INAIL: nuovo sistema tariffario
Aggiornamento di premio e fattori di rischio