29 aprile 2020

COVID-19: DPCM 26 aprile 2020, novità nelle misure di sicurezza per i luoghi di lavoro

Introdotte nuove misure di sicurezza per i luoghi di lavoro (compresi i cantieri) dal DPCM 26 aprile 2020.

 

Nelle ultime settimane di aprile sono stati pubblicati diversi documenti riguardanti le misure di contrasto e contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro. Di seguito una sintesi:

  • 23 aprile - INAILDocumento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione”. Il documento descrive una metodologia per la valutazione del rischio e le misure organizzative, di prevenzione e protezione e lotta ai focolai endemici.
  • 23 aprile - INAIL pubblicazione del "Elenco dei DPI validati da INAIL”.
  • 24 aprile - è stato pubblicato un nuovo protocollo per la ripresa che sostituisce il protocollo del 14 marzo 2020: Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. Il protocollo verrà riportato poi all’interno del DPCM che verrà approvato in data 26 aprile 2020.
  • 25 aprile - emanata nuova Ordinanza del Presidente della Provincia Autonoma di TrentoDisposizioni relative a ristorazione e vendita generi alimentari, uso di mascherine, utilizzo piste ciclabili, spostamento genitori con figli minori, coltivazione del terreno per uso agricolo e per autoconsumo da parte di privati cittadini e attività di vendita al dettaglio di piante e fiori”. Riporta la concessione di nuove attività e l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine in luoghi pubblici o aperti al pubblico laddove vige l’obbligo del distanziamento sociale.
  • 26 aprile - pubblicato nuovo DPCM governo Conte FASE 2: include l’aggiornamento delle attività concesse, all’Allegato 6 il Protocollo del 24 aprile 2020 e all’Allegato 7 un nuovo protocollo relativo alla gestione nei Cantieri.
  • 26 aprile - revisione 2 del Protocollo generale per la sicurezza sul lavoro dalla Provincia Autonoma di Trento: include una parte relativa ai cantieri ed alle misure da attuare.

 

DPCM 26 APRILE 2020 E NUOVI PROTOCOLLI PER LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

In data 26 aprile 2020 è stato emanato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM 26 aprile). Di seguito le principali novità inerenti i protocolli allegati al nuovo decreto.

Protocollo generale
In data 24 aprile è stato condiviso dal Governo con le associazioni datoriali e sindacali il nuovo Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. In data 26 aprile il Protocollo è stato inserito integralmente come allegato nel DPCM per la FASE 2 (Allegato 6).

Sebbene il nuovo Protocollo non stravolga il precedente, sono comunque richieste misure aggiuntive da parte dei Datori di Lavoro al fine di contrastare e contenere la diffusione del COVID-19. Per assistenza sulle misure aggiuntive da intraprendere o nell'integrazione dei documenti aziendali, puoi contattarci tramite mail all'indirizzo info@consul-tec.it oppure al numero 0461 554165.

Di seguito riassumiamo invece gli aspetti di sicurezza di maggiore rilievo da gestire prima della ripresa delle attività per il contrasto e contenimento del contagio nei luoghi di lavoro:

  • nelle aree geografiche a maggiore endemia o nelle aziende in cui si sono registrati casi sospetti di COVID-19, in aggiunta alle normali attività di pulizia, è necessario prevedere, alla riapertura, una sanificazione straordinaria degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni, ai sensi della circolare 5443 del 22 febbraio 2020;
  • alla ripresa delle attività, è opportuno che sia coinvolto il medico competente per le identificazioni dei soggetti con particolari situazioni di fragilità e per il reinserimento lavorativo di soggetti con pregressa infezione da COVID 19;
  • il rientro in azienda di chi abbia contratto l’infezione è condizionato al rilascio del certificato medico di avvenuta negativizzazione del tampone e visita medica precedente alla ripresa del lavoro.

Protocollo Cantieri
L’Allegato 7 del DPCM del 26 aprile descrive ulteriori misure da adottare dai Datori di Lavoro nei confronti di titolari dei cantieri, subappalti e subfornitori presenti nel medesimo cantiere.
Anche in questo Protocollo viene ribadito il Distanziamento Sociale come prima misura da attuare per il contenimento del rischio di diffusione COVID-19. Laddove le distanze non possano essere rispettate per ragioni produttive, rimane l’obbligo di indossare appositi dispositivi di protezione individuale (DPI).

Il protocollo descrive principalmente gli obblighi di informazione da parte del Datore di Lavoro verso lavoratori della propria azienda e verso chi accede ai cantieri, ma descrive anche: obblighi di informazione da parte dei lavoratori verso il proprio Datore di Lavoro; indicazioni per i CSE; l’obbligo di misurazione della temperatura prima di accedere al cantiere; le norme di accesso ai cantieri; le operazioni di sanificazione e pulizia.

Scarica qui il DPCM 26 aprile 2020

Gli Indirizzi per la gestione dell’emergenza covid-19 nelle aziende - Protocollo generale per la sicurezza sul lavoro della Provincia Autonoma di Trento. in rev. 2, nella sua parte generale, regola meglio le modalità di gestione degli appalti in azienda. Nella parte relativa ai cantieri riporta invece la descrizione accurata della gestione del personale che si reca e accede ai cantieri (incluse le regole per subappalti e forniture).

Scarica qui il protocollo della PAT in rev.2

 

INAIL – LISTA AGGIORNATA DEI DPI VALIDATI
Rendiamo disponibile al download la lista dei dispositivi di protezione individuale (DPI) validati da INAIL.  
Ricordiamo che qualora i DPI siano sprovvisti di marcatura CE, è concessa la vendita di dispositivi senza marcatura purchè siano provvisti di validazione da parte di INAIL.
E' quindi importante richiedere sempre la documentazione a supporto per verificare i DPI prima del loro acquisto (scheda tecnica, Certificazione CE o in alternativa documento di validazione del DPI da parte di INAIL). In caso di dubbi potete contattare i nostri tecnici per assistenza.

Scarica qui la lista aggiornata dei DPI validati

 

 

Per assistenza o maggiori informazioni:   +39 0461 554165    |    info@consul-tec.it

 

sicurezza covid-19 datore di lavoro inail DPI cantieri

ARGOMENTI CORRELATI

DATORE DI LAVORO: corso formazione RSPP/DL rischio basso e-learning
Attivato il corso e-learning per la formazione di datori di lavoro RSPP rischio basso
TRASPORTO MERCI: la sicurezza del carico nel trasporto stradale
L'importanza del fissaggio dei carichi nell'eccezionale situazione di emergenza Covid-19
INFORTUNI SUL LAVORO DA COVID-19: chiarimenti sulla responsabilità del datore di lavoro
Chiarita la responsabilità penale e civile del datore di lavoro in caso di infortuni per Covid-19