16 marzo 2020

CORONAVIRUS: gestione rifiuti

Nuove linee guida per la gestione dei rifiuti urbani in relazione a SARS-COV-2

 

Pubblicate dall’ISS (Istituto Superiore della Sanità) delle nuove linee guida per la GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI IN RELAZIONE ALLA TRASMISSIONE DELL’INFEZIONE DA VIRUS SARS-COV-2 e contenenti essenzialmente la gestione di due tipi di rifiuti, e precisamente:

  1. Rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria.
  2. Rifiuti urbani prodotti dalla popolazione generale, in abitazioni dove non soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria.

Il documento contiene inoltre:

  1. Raccomandazioni per gli operatori del settore di raccolta e smaltimento rifiuti
  2. Raccomandazioni per i volontari
  3. Gestione rifiuti indifferenziati

 

Per la gestione dei rifiuti prodotti da soggetti positivi al tampone, in isolamento o quarantena obbligatori, viene raccomandato di gestire come “rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo” secondo quanto previsto dal DPR 254/2003; questo comporta la classificazione del rifiuto con CER 18 01 03* “Rifiuti che devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare infezioni”, mentre dal punto di vista dell’Accordo ADR con UN 3291 RIFIUTI (BIO)MEDICALI, N.A.S., 6.2, II, (--).

 

 

 

 

Per assistenza o maggiori informazioni: 0461 554165    |    info@consul-tec.it

 

sicurezza emergenza COVID-19 gestione rifiuti

ARGOMENTI CORRELATI

CORONAVIRUS: nuovi obblighi per i Datori di Lavoro
L’evolversi della situazione in termini di obblighi del Datore di Lavoro
CORONAVIRUS: indicazioni ai Datori di Lavoro di attività produttive e professionali
Emanate nuove disposizioni per i Datori di Lavoro con il D.P.C.M. 09/03/2020